Chi sono

Mi chiamo Matteo Righi.
Sono nato a Bologna il 18 aprile 1966, il mio nickname è Balena e lavoro in comunicazione, industrial e graphic design dal 1990.
Sono stato tra i primi creativi in Italia ad appassionarsi di comunicazione digitale, di cui mi occupo professionalmente dal 1995.

Mi sono diplomato all’Università del Progetto nel 1990 e nel 1993 ho fondato, con un compagno di studi, Mollusco & Balena, studio di design consultancy. Qui, come progettista di industrial design ho ideato una decina di oggetti e articoli per la casa poi prodotti da Bacchetta & Tracanzan, Vicom e Ruspa in Italia e Friesland in Germania. Sempre in Mollusco & Balena, come art director e direttore creativo mi sono occupato della realizzazione di progetti grafici editoriali, della progettazione di merchanding (Diario Tour di Luca Carboni, Renault Italia, Non è la Rai Mediaset) e dell’immagine di manifestazioni fieristiche (Erotica, Nightwave e Ricicla).

In Mollusco & Balena, sin dalla fondazione, io e il mio socio ci siamo distinti per l’originalità nella comunicazione delle nostre attività, tanto che abbiamo creato un fan club e una pubblicazione periodica da inviare a sostenitori e clienti. Il tutto in un mondo ancora senza Internet.
Nel 1994 abbiamo anche rappresenta l’Italia (disciplina design) alla Settima Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa del Mediterraneo di Lisbona.

Nel 1998 ho fondato Balena Corporation, la mia boutique creativa, dove mi sono dedicato completamente alla comunicazione digitale: grazie alle potenzialità offerte dal neonato Internet italiano ho realizzato, da vero pioniere, numerosi siti per aziende italiane e locali.

Nel frattempo, ho continuato anche ad occuparmi di ricerca grafica: una collaborazione decennale per l’immagine pubblicitaria di Orea Malià; una collaborazione con Luciano Pavarotti e Nicoletta Mantovani per l’immagine del mondo dello spettacolo e dei grandi eventi, in particolare per il Pavarotti & Friends, il Pavarotti International e il musical Rent.

Per Luciano Pavarotti, inoltre, ho realizzato diverse copertine di dischi per Decca e altre case discografiche e l’immagine di Pavarotti, 40 anni per la lirica. Al momento della scoperta della sua stavo lavorando all’immagine del Farewell Tour.

Mi sono anche occupato dell’immagine grafica e della comunicazione di Almaweb (ora Bologna Business School), dell’immagine della campagna politica di Romano Prodi La Fabbrica del Programma e di webdesign per Distar Arrow, Luciano Pavarotti, Baltur, Buongiorno.it, ADCI, Monrif.net, Orea Malià oltre della co-produzione dei portali Alma de Cuba, Italian Food & Style e Dove Vai.

Non solo web design nelle esperienze digitali, ma anche il graphic design di CD-Rom interattivi (Play and learn english e My first english dictionary editi da Elemond) e l’autoprodotto Social Fables.

Dal 1997 in poi, e fino ad oggi, ho collaborato con Johnson Righeira e i Righeira, nella creazione delle copertine di Ripigliati!, Vamos a la Playa 2001 e Mondovisione, l’ultimo disco del duo, uscito nel 2006 e caratterizzato dal curioso sito in stile Televideo, navigabile solo digitando i numeri sulla tastiera.

Molti dei lavori che ho citato in precedenza, sono su Slideshare Personal and selected works 1989-2007.

Nel 2006 ho accettato l’incarico di diventare il digital creative director della sede torinese di ARC Worldwide/Leo Burnett, dove ho seguito tutti i progetti digitali per i principali clienti dell’agenzia tra cui Fiat (lanci e revamp di Croma, Sedici, Grande Punto, Nuova Panda), Iveco, Fiat Professional, Abarth (corporate e lanci 500 e Grande Punto Abarth), Trentino, New Holland e il new business.

In particolare, tra i miei lavori e incarichi più importanti:

  • lancio della nuova Fiat 500, con la piattaforma di marketing interattivo e partecipativo 500 Wants You (2006-2009), primo caso mondiale nell’automotive di lancio di un’auto totalmente online e senza media classici.
  • Quelli che Bravo (2007), la prima campagna di lancio per un auto, la nuova Fiat Bravo, che utilizza il mondo della blogosfera e le sue logiche,
  • Campagna Gute Vorsätze (2008) con il primo TV Commercial User Generated al mondo per gli auguri di Natale di Fiat Deutschland.
  • Responsabile del coordinamento internazionale di tutte le attività digitali di Fiat Group.

Ringrazierò sempre Franco Moretti, ovunque sia in questo momento, mio mentore e storico direttore creativo – prima in Y&R e poi in Leo Burnett – quando nell’autunno del 2005 mi disse: “Ci serve una persona esperta di digital per portare avanti un progetto tutto online, quello di promuovere 500 giorni prima del lancio la nuova 500. Ci serve uno davvero esperto di digital. Hai qualcuno da consigliarci?”. “Per un progetto così vengo io, Franco”, risposi.

Da quel dialogo è iniziata la mia avventura lontano da Bologna, dove ho dovuto mettere in gioco tutto la mia creatività ed esperienza per realizzare quello che è diventato uno dei progetti digital italiani più ricordati a livello internazionale. E che rappresenta perfettamente il mio modo di lavorare: lo stile, il tono, la creatività, la guida che sono riuscito a dare al team per fare cose davvero innovative, il rispetto per il progetto e il suo pubblico.

Nei due anni e oltre di vita, il progetto 500 Wants You ha prodotto numeri davvero straordinari: 28 attività online pubblicate in 10 diverse release; 23 versioni localizzate in altrettante lingue, e poi 70 milioni pagine viste, 9 milioni di visitatori unici, 14 milioni di visite, 120 mila persone iscritte alla Community provenienti da 206 paesi diversi. E tutto senza Facebook!

Terminata l’avventura torinese, mi sono trasferito a Milano e dal 2009 al 2011 sono stato digital creative director di Wunderman/Y&R Brands e ho seguito le campagne digital dei maggiori clienti dell’agenzia: Nokia, Microsoft, Sky e Ford.

Tra i maggiori successi:

  • le attività per l’online shop di Nokia Italia, che diventa il terzo nel mondo per numero di vendite
  • l’attività partecipativa You and Nokia per la fan page Facebook italiana di Nokia.
  • La gara vinta e le attività biennali per Sky per il direct marketing.

Lavorando in questa storica agenzia, ho appreso tutti i segreti del Direct Marketing e delle strategie che stanno dietro a un eCommerce che funziona.

Nel novembre 2011, la passione per l’innovazione digitale rappresentata dai social network e la voglia di accettare una sfida davvero importante, mi hanno portato in Hagakure. Agenzia di veri pionieri, con oltre 100 clienti all’attivo, ha formato le migliori figure professionali che ora lavorano nel mondo dei social network, della data analysis e delle Internet PR.
In Hagakure, oltre alla direzione creativa, ho accettato l’incarico di creare ex novo e gestire un reparto creativo di 15 persone.

Qui ho diretto progetti speciali, campagne di comunicazione, campagne di attivazione sui social network e di Digital PR per i maggiori clienti dell’agenzia: FCA, Fiat, Fiat 500, Lancia, Telecom Italia, Haribo, Ferrero, Unilever, Distillerie Fratelli Branca, L’Oreal, Gruppo Coca Cola, Zonin, Pandora, Marchesi de’ Frescobaldi, AIE, Philips, Twitter/EXPO, Terre Des Hommes, Leroy Merlin. Mi sono inoltre occupato di new business.

Tra i lavori di maggior rilievo realizzati sotto la mia direzione:

Tra il 2011 e il 2012 sono stato direttore creativo digital della campagna sulla donazione degli organi Tu puoi dare la vita a firma di Pubblicità Progresso, che ha avuto il riconoscimento del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano durante un’udienza ufficiale in Campidoglio, alla quale ho partecipato. Che emozione essere ricevuti in un luogo così importante (qui il mio racconto di quella giornata). Ma che onore per una campagna che ha portato a raddoppiare il numero delle persone disponibili a donare gli organi!

Nel 2012 ho avuto anche il piacere di tornare a lavorare per la Fondazione Luciano Pavarotti, in occasione della serata commemorativa in ricordo del Maestro Luciano’s Friends (the talent goes on).
Creando oltre all’immagine della serata, anche l’azione di Digital PR su Twitter #lucianofriends che coinvolto noti personaggi del mondo dello spettacolo italiano e internazionale come protagonisti/promotori della Fondazione.

Nel 2013, nel 2014 e nel 2015 sono stato direttore creativo di uno degli eventi più importanti del mondo digital, la Social Media Week per le 3 edizioni tenute a Milano.

Nel gennaio 2014 Hagakure entra a far parte del Gruppo Dnsee e dall’aprile 2015 diventa Doing, la più grande agenzia digitale del panorama italiano (ora sotto l’egida di Cap Gemini). Al suo interno ho continuato a ricoprire il ruolo di direttore creativo nella gestione della comunicazione nei social network per i maggiori clienti e per il new business, fino alla mia uscita nell’autunno 2015.

Nel gennaio 2015 sono stato responsabile del progetto di agricoltura urbana collaborativa e partecipativa Greenmore – Coltivare la fiducia, realizzato con gli studenti dello IED e commissionato da Coldiretti Giovani Impresa.

Nel novembre 2015 sono tornato nella mia Bologna per ricoprire il ruolo di direttore creativo di d&f, agenzia con esperienza decennale nell’ideazione di progetti di edutainment e comunicazione trade.

Nello specifico, oltre a dirigere il reparto creativo, mi sono occupato di campagne di comunicazione online/offline, progetti di shopper & trade engagment e activation per Hero, Consorzio Virgilio, Kiabi, ABInBev, San Benedetto, Parmalat, Cameo, Lozza.

In d&f ho seguito con piacere campagne social e digital per Consorzio Virgilio, Lozza, Hero Italia; il new business e i progetti di edutainment (school e sport activation) per Coprob (Italia Zuccheri), Cameo, Ciccarelli.

Tra i lavori che mi hanno dato più soddisfazione:

  • Progetto Kiabi Problemi Zero perché è un contest con un tema veramente fuori di testa e perché è il primo lavoro che ho fatto per d&f come consulente.
  • Campagna celebrativa per i 50 anni di Virgilio: perché anche per un direttore creativo digital arriva il momento di fare uno spot da integrare alle attività social e a quelle trade.
  • Campagna TV per Hero Light, perché poi se fai bene una volta ti capita anche la seconda occasione! E magari vai in onda durante Sanremo.

Dal gennaio 2018 ad oggi sono direttore creativo di Diennea (e dal 2019 anche della spin off agency tbd), occupandomi di dirigere il reparto creativo su strategie di comunicazione, marketing e progetti digital. In particolare per la crezione di siti di eCommerce, siti Corporate dedicati al turismo, marketing automation, programmi di loyalty, community building, digital ADV e content creation per clienti quali Inglesina, Mon Perin, Loacker, MINI, DHL, Jonas, Campagnolo e per il marketing Diennea.

Dal maggio 2018 mi sono occupato del progetto My Thai, l’unico centro di massaggio tradizionale tailandese di Bologna, un ponte tra Italia e Thailandia, di proprietà di mia moglie.
Per My Thai ho curato tutto il progetto di branding, corporate identity, strategia online, social communication, contenuti editoriali e interior design.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...